Risparmio, salute e gusto: meglio la moka o l’espresso in capsule?

Risparmio, salute e gusto: meglio la moka o l’espresso in capsule?

Capita spesso parlando con gli amici della nostra nuova fiammante macchinetta per il caffè espresso, che ci dicano…

ma a casa bevete tanti caffè! Diventa una spesa! Non conviene.

Soprattutto in periodi di austerità con quelli che viviamo, conviene subito farsi due conti, analizzando gli aspetti principali, i costi e le altre implicazioni per renderci conto effettivamente della convenienza di una scelta piuttosto che dell’altra.

Aspetti da analizzare:

  • Qualità del caffè
  • Salute
  • Funzionalità
  • Costi

LA QUALITA’ DEL CAFFE’

La qualità di un caffè dipende da tanti fattori, ma spiccano ovviamente la bontà della miscela e la modalità di preparazione.
Non si può pretendere un caffè squisito, né con la moka né con le cialde o le capsule se si acquista un prodotto di bassa qualità.
La moka è per un italiano e per un napoletano come me in particolare, tradizione e cultura. Il caffè della moka, quello fatto per bene, è gradevolissimo, ma per chi volesse avvicinarsi ad un caffè più simile a un espresso da bar, con la cremosità e l’intensità che lo caratterizzano, è indispensabile far ricadere la scelta sulle macchine da caffè in cialde e/o capsule. In questo caso gusto, aroma e intensità avranno tutt’altro significato.
Quindi in entrambi i casi è necessaria una miscela di qualità. Poi la scelta della preparazione dipende dal risultato che si vuole ottenere, dal tempo a disposizione e dal gusto personale.

FUNZIONALITA’ E IGIENE

Anche l’occhio vuole la sua parte!

Sicuramente la mia Lavazza EP Mini, come tante macchine per il caffè espresso, è molto più elegante di una moka. Poi c’è da dire che il primo comandamento non scritto della moka è che non va lavata, va sciacquata. Altrimenti poi il caffè non viene bene. Certo ma poi quando hai ospiti la moka un pochetto macchiata non sai mai che effetto fa. 

Poi la preparazione. La moka si addice a ritmi più lenti, capita spesso di dover pulire i fornelli perché un po’ di caffè fuoriesce quasi sempre dalla caffettiera, oppure può capitare, durante la preparazione, di dover raccogliere il caffè in polvere che ci cade. E la polvere di caffè in tazzina quando il filtro è usurato? E’ innegabile che una macchinetta a cialde o a capsule oltre a dare un’idea di igiene maggiore, è anche più pratica.

LA SALUTE INNANZITUTTO

E qui basta documentarsi per sfatare un mito: udite udite, al contrario di quanto la maggior parte di noi penseranno infatti, il caffè in capsula fa meno male di quello preparato con la moka.
Da accurati studi e ricerche, è emerso che il quantitativo di caffeina contenuto in una tazza di caffè, dipende dal tempo in cui l’acqua che filtra rimane a contatto con la polvere di caffè. Più è lungo il tempo, maggiore sarà la quantità di caffeina rilasciata. Quindi siccome il processo di filtraggio della moka molto più lento, è ovvio che il quantitativo di caffeina rilasciato è maggiore rispetto a quello rilasciato da una macchina a cialde o a capsule, che per preparare un caffè impiega un tempo di contatto acqua-polvere minimo. Ovviamente viene rilasciato ugualmente un certo quantitativo di caffeina, ma in misura inferiore rispetto alla moka.

I COSTI?

Per una moka da 4 tazzine occorrono circa 30 grammi di caffè, quindi con un pacchetto di caffè in commercio del peso standard di 250 grammi, facendo un rapido calcolo si ottengono 33 tazzine di caffè. Calcolando un costo medio di 3.50€ a confezione, a meno di non acquistare un caffè di qualità bassa, otteniamo un costo di quasi 11 centesimi a caffè. 

Le capsule e le cialde originali costano parecchio, in media stiamo sui 40 centesimi di euro o poco più per le capsule e qualcosa in meno per le cialde. Diciamo che è possibile risparmiare dimezzando questa spesa e mantenendo comunque ottimi i livelli di qualità del caffè, acquistando cialde e capsule compatibili, il cui costo varia dai 10 ai 17 centesimi di euro sia per le cialde che per le capsule.

La differenza di prezzo come vedete è minima, fermi restando tutti i vantaggi e il fatto che il vostro caffè assomiglierà molto di più ad un espresso da bar.

RIEPILOGO

VANTAGGI

  • costo leggermente minore a tazzina

SVANTAGGI

  • caffè poco corposo e gusto meno intenso
  • maggiore tempo di preparazione
  • minore pulizia, poca praticità e funzionalità
  • aspetto estetico discutibile, macchinettà che si usura e da l’impressione di sporco

VANTAGGI

  • più simile all’espresso del bar
  • velocità di preparazione, praticità e funzionalità
  • non sporchi
  • design

SVANTAGGI

  • costo lievemente maggiore a tazzina (12-17 centesimi contro i 11-14 centesimi della moka)

Condividi questo post