Caffè in capsule e cialde: il segreto di un buon caffè? L’igiene

Berreste mai acqua da un bicchiere incrostato di calcare? Mangereste mai con una forchetta arrugginita? Assolutamente no. Eppure c’è qualcosa che bevete tutti i giorni condita con ruggine, calcare ed altri residui.. Il vostro caffè preferito. Laviamo piatti, stoviglie, pentole. Tutto ciò che entra in contatto con il nostro cibo o con le nostre bevande. Continuiamo però a pensare che omini microscopici e invisibili puliscano per noi la macchina del caffè, bevanda che per la sua natura oleosa, tende ad accumulare residui che ostruiscono le parti interne della macchina, che alla lunga si ossidano facilmente provocando odori e aromi sgradevoli. Beh vi svelo un segreto…gli omini microscopici non ci sono.. e se proprio li vedete sono batteri.

E così ci svegliamo una mattina, inseriamo la cialda o la capsula e notiamo che l’erogazione del caffè inizia ad essere difficoltosa, lenta. Per non parlare del sapore: possibile che la nostra miscela preferita si sia trasformata in questa bevanda bruciata e maleodorante?

E di qui il panico: chiamata al servizio assistenza quando possibile, oppure ricerca su google per una macchina alternativa, una miscela alternativa. Ovviamente l’ultima cosa che ci chiediamo è se e quando abbiamo pulito la macchinetta, perché il più delle volte il libretto di istruzioni è un blocco di fogli da conservare in posti inaccessibili all’uomo o peggio ancora, inutile carta da buttare via.

Pensiamo spesso che la sezione “manutenzione e pulizia” del manuale d’uso, contenga operazioni discrezionali, scritte per i maniaci della pulizia e dell’ordine. Sbagliato! Tale sezione descrive tutte le operazioni da compiere per mantenere inalterato il gusto del nostro caffè e tutelare la nostra salute.

Dopo averci scherzato un po’, vediamo cosa va fatto, circa una volta al mese, per continuare a gustare il nostro caffè senza ricordare i bei tempi andati.

Pulizia automatica con soluzione decalcificante: per tutte le macchine

  • Soluzione decalcificante
  • un qualsiasi contenitore
maxresdefault[1]

Innanzitutto, è necessario fornirsi di un contenitore per liquidi di dimensioni tali da poterlo mettere agevolmente sotto il braccetto o sotto l’erogatore. Questo recipiente in pratica, dovrà essere impiegato al posto della tazzina da caffè o del bicchierino, in modo da contenere il liquido che verrà usato per la pulizia della macchina. Dovrà contenere almeno 1/2 litro di liquido. Togliete il braccetto portafiltro se presente, svuotate la vaschetta dell'acqua e riempitela con la soluzione decalcificante, quindi accendete la macchinetta. Attendete con calma il completamento della fase di riscaldamento. Alcune macchine hanno un’apposita modalità decalcificazione. Nel caso la vostra ne fosse sprovvista azionate il pulsante per preparare il caffè e lasciatelo azionato o azionatelo più volte, fin quando il liquido decalcificante non sia finito. Svuotare e sciacquare la vaschetta e riempirla di acqua corrente e ripetere l’operazione per eliminare i residui di soluzione decalcificante. Al termine della fase noterete che la pompa è tornata al suo normale rumore e che il caffè fuoriesce in modo ottimale, perfettamente come prima.

Pulizia Manuale del Gruppo erogatore: Macchina a Cialde

Occorrente:

  • spazzolino a setole dure
  • 1/2 pastiglia di Axor Coffee Maker Cleaner
  • contenitore

ATTENZIONE: SPEGNETE LA MACCHINA E TOGLIETE LA SPINA.

1) Rimuovete il vassoio porta cialda dal gruppo di estrazione sollevandolo con l’aiuto di un cucchiaino e facendo attenzione a non scottarvi.Smontate il filtro mobile separandolo dal vassoio e dal gommino esterno.

2 2) A questo punto fate sciogliere in un bicchiere di acqua molto calda un quarto di pastiglia Axor e immergetevi per 20 minuti solo le 2 parti di metallo. Il gommino andrà semplicemente sciacquato sotto acqua calda.

3) Riaccendete la macchina e sciogliete l’altro quarto di pastiglia Axor all’interno del gruppo azionando la macchina. Quando la pastiglia sarà sciolta, interrompete l’erogazione dell’acqua, sollevate la leva e con l’aiuto dello spazzolino distribuite la polvere della pastiglia all’interno del gruppo (sia sopra che sotto) strofinando accuratamente. Per pulire anche l’ugello di erogazione del caffè, aiutatevi con uno stuzzicadenti avvolto in un panno carta. Risciacquate il gruppo, abbassando la leva e azionando la macchina e asciugate il vassoio porta cialda con un panno pulito.

3

4) Passate quindi a spazzolare il filtro mobile che avevate lasciato in ammollo. Sempre con lo spazzolino iniziate a strofinare sotto l’acqua calda, avendo cura di eliminare le incrostazioni di caffè dal vassoio, fra i dentini laterali e dai fori del filtro. Sciacquate tutto sotto acqua corrente e rimontate le tre parti, accertandovi che il filtro sia riposizionato con la parte liscia rivolta verso l’alto.

5) A questo punto potete riposizionare il filtro nel gruppo e prepararvi un buon espresso.

Un piccolo accorgimento per quanto riguarda la vaschetta dell’acqua. Se possibile, non utilizzatela, utilizzate direttamente la bottiglia. Eviterete così il formarsi di calcare nella vaschetta e avrete un serbatorio nuovo di zecca ad ogni cambio di bottiglia.

Leggi di più...